LIBRI – PUBBLICAZIONI


 

Gabriele Casazza –Luigi Minuto: FIORI DELLE ALPI LIGURI - BLU Edizioni 2008 
100 specie fotografate lungo percorsi scelti per la visita 
Manuale di ricoscimento 

E’ stato recentemente presentata in Provincia a Imperia: trattasi di una guida con foto e caratteristiche di cento fiori presenti sulle Alpi Liguri, una pubblicazione che si propone di avvicinare turisti, ma anche la gente del ponente ligure all’entroterra, alle montagne che fanno cornice alla costa. È un’edizione economica, di 64 pagine, (Blu Edizioni) venduta al modico prezzo di 8 Euro, ma pregevole: ognuno dei cento fiori presentati è stato fotografato e catalogato in modo da essere facilmente riconoscibile anche al profano ed è collocato nella zona dove è più facile osservarlo. Il volume è stato curato da Gabriele Casazza e da Luigi Minuto, con la collaborazione dell’Università di Genova e della Provincia di Imperia e con il sostegno della Fratelli Carli. La dott.ssa Sonia Zanella, funzionario della Provincia di Imperia, che ha seguito le creazione del volume, riferisce al riguardo:“Quello della fioritura è uno dei modi per cogliere il progetto della Via Alpina, che vuole far conoscere il nostro entroterra ai turisti, ma anche a chi abita in provincia e talvolta ignora le peculiarità del territorio.” 

Nota: Via Alpina è un sistema di itinerari escursionistici internazionali che si sviluppa da Trieste a Monaco e con oltre 340 tappe consente di visitare l’intero arco alpino ed i suoi patrimoni di cultura, natura e tradizioni.


 

Angelo Gambacorta, Mario Innino, Graziano Garaccioni: 
“Guida trek & Mtb Alta Valle Argentina” 
Edizioni: Grafiche Amadeo 

Il Volumetto dal titolo: “Guida trek & Mtb Alta Valle Argentina” scritto da Angelo Gambacorta, Mario Innino e Graziano Garaccioni ( quest’ultimo è il figlio del Dottor Garaccioni, medico brigasco). Si tratta di un’agile guida che fornisce interessati spunti per un’escursione o in Mountain Bike o con l’ausilio del proverbiale “Cavallo di S. Francesco” nel territorio della Media e Alta Valle Argentina comprendendo anche il territorio Brigasco di Realdo e Verdeggia. Gli autori, tre molinesi per elezione, con linguaggio semplice, a portata di tutti e con osservazioni discorsive, ma sempre pertinenti, ci introducono nella conoscenza basilare dei vari percorsi, invogliandoci a percorrerli almeno una volta, assaporando così i deliziosi panorami, colori, profumi e curiosità che ci offre la Valle Argentina.

 


Mario Fantino Grièt: Ricordi di un pastorello 
Nelle transumanze fra Alpi Marittime e pianura piemontese 
Mauro Fantino Editore 

E’ diventato frequente oggigiorno leggere servizi giornalistici o libri dedicati alla pastorizia. Sociologi, etnografi, storici e mille altri studiosi con cura e passione dedicano approfondite ricerche all’attività della pastorizia dei tempi passati e nessun particolare sfugge. Si descrivono i luoghi che i pastori raggiungevano, la loro vita, il loro mangiare i loro costumi e si conclude sempre rilevando come fosse bella e poetica, seppur dura, quella vita agreste. Gli scritti di Mario Fantino, contenuti in questo libro, fanno storia, incuriosiscono e fanno riflettere: quando scrive di pastorizia Mario non scrive di altri pastori, non deve intervistare e parlare di altri, a lui è sufficiente descrivere la sua storia personale. Divenne pastore che era venuto al mondo da poche settimane e adagiato su un carro iniziava la sua prima transumanza. Per Mario, fare il pastore non era una scelta, non era una possibilità o un’opportunità: era dovere, obbligo familiare, responsabilità di continuare il lavoro dei vecchi, portare avanti quell’economia familiare che fino a quel momento aveva comunque sfamato le precedenti generazioni. Tutt’attorno altri, molti altri, dopotutto stavano peggio. La ricchezza dei racconti di Mario Fantino sta proprio qui, nel descriversi il mondo della pastorizia con le conoscenze, le mentalità, le abitudini e i sentimenti più intimi di chi pastore lo è stato veramente e che, soprattutto, ha vissuto un’epoca che ha visto il mondo trasformarsi e in quei mutamenti portarsi via tradizioni e consuetudini della pastorizia delle valli cuneesi. Non mancano i momenti tristi, uno in particolare: vedere le vecchie borgate di montagna, che un tempo accoglievano i pastori, crollare una ad una. Un mondo che finisce, alla pari della pastorizia, delle transumanze, e che non tornerà più.


Andrea Gandolfo
“ IL CONFINE ITALO-FRANCESE NELLE ALPI MARITIME DAL SETTECENTO AI GIORNI NOSTRI”

Segnaliamo che nel mese di giugno del 2007 è uscito sul n. 71 della rivista “Il Presente e la Storia” dell’Istituto Storico della Resistenza e della Società Contemporanea in Provincia di Cuneo, il saggio di Andrea Gandolfo “Il confi ne italo-francese nelle Alpi Marittime dal Settecento ai nostri giorni”, che ripercorre la storia della frontiera tra la Francia, il Ponente ligure e il Basso Piemonte dagli albori del XVIII secolo a oggi. Chiunque fosse interessato all’acquisto della rivista può richiederne una copia alla Direzione dell’Istituto Storico della Resistenza di Cuneo al n° 0171.60.36.36.


Ferdinanda Fantini-Gian Carlo Ascoli: PASSEGGIATE A PONENTE
Blue Edizioni

52 Itinerari nelle province di Savona e Imperia: passeggiate per ogni stagione